26 Marzo Mar 2017 1802 4 months ago

Guide Cicloturistiche sportive: concluso il corso di Cesenatico

Il corso è stato gestito dal Settore Studi in collaborazione alla Scuola Regionale dello Sport Emilia Romagna, al comune di Cesenatico e gruppo ciclistico Fausto Coppi.

Guidecesenatico 26Marzo

Cesenatico (26/3) - Successo pieno per il corso di specializzazione rivolto alle Guide Ciclo Turistiche Sportive. Quattro i moduli didattici a partire dal primo fine settimana di marzo sino ad oggi. A maggio è in programma la sessione di valutazione.

Il corso è stato una risposta concreta alla richiesta sempre più importante da parte dell’Emila Romagna, degli organizzatori della Gran Fondo Nove Colli e della costa romagnola che rappresenta una delle eccellenze in termini di turismo sportivo in bicicletta.

Richiesta raccolta dalla Federciclismo, che, attraverso il Settore Studi in stretta collaborazione con la Scuola dello Sport regionale del Coni e con il comune di Cesenatico, meta sempre più ambita del turismo a due ruote, hanno realizzato sessioni in cattedra sviscerando argomenti di attualità per la formazione completa e professionale della Guida Turistica Sportiva.

L’ultimo modulo è stato caratterizzato da lezioni pratiche e, in particolare, dal qualificante intervento di Gaia Morara, Assessore al Turismo e Sport del comune di Cesenatico.

Lo stesso comune che, con la Gran Fondo Nove Colli, è riuscito a fare del turismo sportivo in bicicletta un segmento di grande richiamo in grado di diversificare efficacemente l’offerta turistica destagionalizzandola.

Significativo e molto apprezzato è stato il saluto ai partecipanti del Dott. Roberto Sgalla, presidente della Commissione Federale Direttori di corsa e sicurezza.

L’attenzione, il Dott. Sgalla l’ha posta sulla qualità della formazione erogata dalla Federciclismo in un settore in crescita come quello del turismo sportivo. Mentre, il vice presidente vicario della FCI, Daniela Isetti, nel suo intervento ha ringraziato i numerosi partecipanti evidenziando la particolare attenzione e soddisfazione dei corsisti al percorso formativo. Lo stesso vice presidente ha poi posto l’accento sul valore del know-how della Federciclismo in grado di realizzare corsi di specializzazione di alto livello in sinergia alla Scuola dello Sport del Coni che eroga un valore aggiunto alla formazione.