18 Giugno Giu 2017 1624 5 months ago

Gf Cooperatori e 1^ International Handbike ad Albinea

Ben 1200 partecipanti alla 45^ edizione ed entusiasmo per la novità dedicata ai paralimpici

Cooperatori Albinea11giugno

Albinea (RE) (11/6) – “Un bel percorso… duro ma bello”. Sono partiti un po’ prima del previsto, ansiosi di cominciare il percorso, i 1.200 atleti che hanno partecipato alla 45esima edizione della Granfondo Terre di Lambrusco e Parmigiano Reggiano di Montagna. E sono arrivati stanchi ma molto soddisfatti.

Tre i percorsi tradizionali – da 143, 100 e 48 km – che hanno toccato diversi paesi della nostra provincia, dall’Appennino alla Bassa, con partenza e arrivo ad Albinea.
“Da quest’anno questa gara è diventata qualcosa di più, e noi come Comune abbiamo fatto di più inserendo la manifestazione nella nostra Sagra del Lambrusco”, spiega il sindaco di Albinea Nico Giberti.

Pur mantenendo fede alle tradizioni la 45esima edizione della Granfondo, organizzata dalla Associazione sportiva ‘Cooperatori’, si è profondamente rinnovata. In primo luogo con la scelta del cicloturismo.

“‘E’ stata un sfida, nelle competitive a volte prevalgono episodi non belli, c’è stato però il debutto della International Handbike, che per un tratto era competitiva”, ha aggiunto Valentino Iotti, presidente della Asd Cooperatori,

Fra le novità anche l’apertura alle e-bike, le biciclette elettriche assistite. Una grande mattinata di festa – seguita in diretta da Telereggio – che ha unito allo sport i sapori, le eccellenze e la valorizzazione del nostro territorio. Tanti anche gli eventi collaterali organizzati dalle altre associazioni coinvolte, come lo step in piazza ad Albinea o lo spettacolo della pattuglia tricolore dei ‘Top Gun Fly School’ a Castelnovo Monti.

Albinea 11Giugnopodio

Nella classifica generale della 1° International Handbike, unico evento che prevedeva anche un tratto cronometrato di 5,5 km, da Reggio ad Albinea (con tanto di imprevisto al pilomat di Via Settembrini che non ne voleva sapere di abbassarsi), non poteva che essere il campione olimpico di Rio, Paolo Cecchetto (cat. MH3), il più veloce. Il lombardo ha completato il mini percorso in 10′ 12″, davanti all’altro medagliato delle ultime Olimpiadi, il sardo Giovanni Anchenza (MH4) che ha impiegato 10.35, terzo il bresciano Matteo Duranti (MH3) in 10′ 40″.

C’era una classifica anche per la Granfondo, non basata sui tempi ma sui km percorsi dai partecipanti. Qui il successo è andato ai “padroni di casa” della ASD Cooperatori con 6127 km, davanti al Velo Club Fidenza a quota 3381 e alla Ciclistica Correggio con 3361. Poi Ciclistica S.Anna, Sportinsieme Castellarano e Ciclistica Sanpolese.

Nella foto: I campioni Paralimpici Cecchetto e Achenza con Federico Giansoldati (Granfondo Cooperatori)