31 Marzo Mar 2018 1132 3 months ago

Firmato a Roma l'accordo tra Vivi Appennino e FCI

La sigla al termine della conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di Appennino Bike Tour - Di Rocco: "Una bella occasione per pedalare insieme"

Appennino Bike Tour

Roma (31/03) - Si è tenuta a Roma presso la Sala Giunta del CONI la conferenza stampa di presentazione di Appennino Bike Tour, al via mercoledì 4 aprile con partenza ad Altare in Liguria. Durante la conferenza è stato siglato un accordo tra Federazione Ciclistica Italiana e Vivi Appennino con l'obiettivo di implementare con un'importante offerta formativa il Piano di Sviluppo Sostenibile della Dorsale 2018-20, presentato lo scorso gennaio al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Particolarmente positivo il commento di Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, che afferma: “Prima di tutto vorrei ringraziare la Vice-Presidente Daniela Isetti per essere stata promotrice di questo importante accordo di collaborazione con Vivi Appennino. E' una bella opportunità pedalare insieme con un obiettivo comune e mi piace che Appennino Bike Tour sia nato sin dall'inizio basandosi su di un Patto di Amicizia. Il giro d'Italia che viene promosso, fino a qualche anno fa, era inimmaginabile ma grazie all'avvento delle e-bike è stato possibile renderlo realtà. Siamo ben felici di rendere merito ad un Appennino straordinario con eccellenze uniche dando il massimo sostegno della nostra Federazione. Ci siamo, davvero con passione”.

Sulla stessa linea il Direttore Vivi Appennino Enrico Della Torre che evidenzia: “L'accordo siglato con la Federazione Ciclistica Italiana risulta di grande importanza per uno sviluppo dei territori appenninici sui quali è necessario avviare anche un buon lavoro di formazione. E' indispensabile accogliere i turisti in sicurezza dando un servizio professionale e di qualità. Grazie ad Appennino Bike Tour è stata messa in rete l’intera Dorsale ed ora stiamo lavorando su più fronti al fine di strutturare i servizi necessari ad accogliere i turisti. Tra le ultime convenzioni messe in atto - ricorda Della Torre - è stato siglato un accordo anche con Trenitalia che valorizza escursioni in bicicletta in Appennino arrivando col treno”.

Sul fronte formazione la Vice- Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Daniela Isetti mette in luce come l'accordo con Vivi Appennino sia del tutto naturale ed afferma: “Quello promosso con Appennino Bike Tour è un progetto ambizioso ma assolutamente sostenibile, al quale è possibile affiancare le competenze della Federazione nel campo della formazione per le guide ciclo turistiche e per gli operatori andando ad accrescere la valorizzazione della Dorsale”.

Tra i presenti anche l'Assessore di Caramanico Terme, Rita Silvaggi che con entusiasmo ha sottolineato come Appennino Bike Tour possa divenire un volano per il rilancio dell'intera Dorsale, di tutti quei piccoli Comuni montani ricchi di eccellenze da scoprire e valorizzare. Durante la Conferenza è inoltre intervenuto il responsabile dell’Istituto per il Credito Sportivo Vincenzo Lamorte che ha anticipato un bando che uscirà tra pochi giorni destinato proprio al finanziamento di progetti di piste ciclabili. L’iniziativa denominata “Comuni in Pista” promossa tramite un protocollo d’intesa tra ANCI, Istituto per il Credito Sportivo e Federazione Ciclistica Italiana metterà a disposizione un plafond di cinquanta milioni di euro per investimenti relativi a piste ciclabili.

Tutto è pronto per la partenza di Appennino Bike Tour che vedrà protagonista il ciclista Omar Di Felice che percorrerà tutta la Via in soli 11 giorni, pedalando per oltre 2600 chilometri e con 60.000 metri di dislivello, attraversando l’Italia appenninica da Nord a Sud. In totale 42 tappe dalla Liguria alla Sicilia attraverso 14 regioni, 23 province, 296 comuni e 25 parchi nazionali e regionali , quelle aree protette caratterizzate da un alto grado di naturalità, da un forte valore paesaggistico, da specifiche tradizioni culturali ed eno-gastronomiche. Durante le tappe saranno organizzate dai Comuni Conferenze sullo Sviluppo Sostenibile del Territorio alle quali interverrà il Direttore Vivi Appennino, Enrico Della Torre, per presentare il Piano di Sviluppo Sostenibile della Dorsale 2018-20. Inoltre all'arrivo di ogni tappa saranno presentate le tipicità dei territori in occasione dell'Anno del Cibo Italiano promosso dal MIBACT. Un momento di grande attenzione per l’Appennino che vedrà i suoi territori colorarsi di bianco e azzurro, i colori del Giro.