10 Aprile Apr 2018 1706 3 months ago

Gran Fondo Giglio d’Oro in onore di Alfredo Martini

Domenica 29 aprile la manifestazione ciclistica che prevede tre percorsi, presenti anche le figlie del grande Alfredo

Slide Giglio Oro 960X339 2018 (1)

Calenzano (FI) (10/04) - È sempre bello essere presenti a una manifestazione che ricorda un personaggio unico del nostro ciclismo, il grande Alfredo Martini. Il conto alla rovescia è già iniziato da parte dell’Asd Giglio D’Oro, società organizzatrice e del suo presidente Saverio Carmagnini, per le due giornate previste a Calenzano e che caratterizzeranno l’ultimo fine settimana di aprile.

Sabato 28 aprile nel pomeriggio ci sarà una manifestazione con gli studenti delle scuole di Calenzano e grazie alla Polizia Municipale; domenica 29 aprile invece di buon mattino l’appuntamento con l’ottava edizione della Gran Fondo Giglio D’Oro-Alfredo Martini non competitiva, presenti oltre ai familiari di Alfredo, le figlie Silvia e Milvia, numerosi ospiti, ex corridori, dirigenti, personaggi anche di altri sport e dello spettacolo, che volentieri hanno aderito all’invito degli organizzatori per rendere omaggio e ricordare Alfredo Martini.

La granfondo fa parte dei circuiti “Le Terre dei Medici” e “3 Giri di Pedale” con la collaborazione del Ciclo Tour Mugello, il patrocinio della Regione Toscana, della Città Metropolitana di Firenze e del Comune di Calenzano.

Il ritrovo presso la sede St. Art. Eventi in via Garibaldi a Calenzano alle 7, la partenza alle 7,50 e tre i percorsi a disposizione degli amanti della bici che saranno presenti alla gara. Quello corto di 51 Km (Calenzano, Le Croci, il Giro del Lago di Bilancino e ritorno); quello medio di 83, con la salita da Barberino di Mugello a S. Lucia, quindi Panna, Galliano, Scarperia e ritorno, quello lungo di 138 chilometri con la salita della Futa, Firenzuola, il Passo del Giogo, Scarperia, Le Croci, Calenzano.

Ricco il pacco gara della manifestazione, mentre sono previste altre iniziative come una mostra di bici d’epoca e possibilità di avere una maglia speciale a ricordo della gara e di Alfredo Martini.

SITO WEB

Antonio Mannori