21 Settembre Set 2018 0036 one month ago

Sc Favaro Veneto e Bike Team Monastier sugli scudi

Grandi protagonisti rispettivamente nel Tricolore Ciclosportivo e Cicloturistico per Società e nella 13^ Mediofondo del Sile valida per il titolo italiano di mediofondo

Favaro

Quinto di Treviso (16/09) - La Società Ciclistica Favaro Veneto e il Bike Team Monastier, si sono affermate rispettivamente nel Campionato Italiano Ciclosportivo e Cicloturistico per società e nella 13^ edizione della Mediofondo del Sile valida per il titolo italiano di mediofondo svoltisi domenica 16 settembre a Quinto di Treviso.

La classifica combinata delle due prove è stata vinta dallo stesso team di Favaro Veneto presieduto da Silvano Pavan. La riuscita manifestazione, che è stata organizzata dal Team Bike Santa Cristina guidato da Renzo Pizzolato, che è anche presidente della Struttura Cicloturistica Amatoriale della Federazione Ciclistica Italiana, è stata contrassegnata dalla partecipazione di quasi mille concorrenti (in rappresentanza di 52 società per il cicloturismo e di 86 per la mediofondo) che si sono cimentati su percorsi di 77 km (per il cicloturistico) e di 120 km (per quello di mediofondo). La manifestazione era valida anche per il Campionato Veneto di società e per la nona ed ultima tappa del Criterium Veneto, il prestigioso torneo regionale Cicloturistico Amatoriale nato nel 2018.

Nella classifica valida per il Raduno Cicloturistico la Sc Favaro Veneto ha totalizzato 60 punti ed ha preceduto di 14 il Team Bike Santa Cristina (con 46) e di 22 lunghezze il Friul Team 18 (con 38).

La graduatoria del Mediofondo, invece, è stata vinta dal Team Bike Monastier guidato da Francesco Zocco con 47 punti che ha superato di 19 punti il team trevigiano San Lazzaro Goppion Caffé (28) e di 21 lunghezze l'altro club della Marca, Unione Ciclistica Paese (26). Nella classifica Combinata, che ha tenuto conto della somma dei punteggi conseguiti nelle due prove, la Sc Favaro Veneto ha totalizzato 71 punti davanti al Team Bike Santa Cristina (52) e al Bike Team Monastier (51).

A premiare i protagonisti oltre a Renzo Pizzolato, il vice presidente della Federciclismo del Veneto, Ivano Corbanese e il componente la struttura nazionale, Remo Lano, il consigliere benemerito del Comitato Veneto, Italo Bevilacqua, il coordinatore della Struttura Regionale, Diego Varetto e i sindaci dei Comuni di Quinto di Treviso, Mauro Dal Zilio e di Morgano, Daniele Rostirolla.

"Siamo contentissimi del bilancio fatto registrare dalla manifestazione - ha sottolineato con un pizzico d'orgoglio Renzo Pizzolato - . Tutto è andato bene e ogni cosa ha funzionato come avrebbe dovevo. Questa è la strada da seguire per il futuro del nostro settore e per me è il sistema più giusto da adottare". "Per il futuro - ha concluso il presidente della San - abbiamo l'idea di organizzare un grande appuntamento che dovrebbe coinvolgere sia Conegliano che Valdobbiadene e che si svolgerebbe quindi nella zona del Prosecco. E' nostra intenzione denominarla 'Sui muri del Prosecco'. Una grande manifestazione nazionale con lo stesso sistema che abbiamo utilizzato a Quinto di Treviso".

Francesco Coppola