17 Luglio Lug 2020 1944 3 months ago

“Dall’Adda all’Isonzo in bici. nello Stato della Serenissima”

Arriva a Noale Il Tour Cicloturistico-Storico - A Marghera, in Provincia di Venezia, le nuove biciclette sperimentali pensate per le persone con disabilità

Uildm1

Noale (Venezia) - E’ previsto per martedì il 21 luglio l’arrivo a Noale di un singolare tour in bicicletta, pensato e realizzato da Daniele Marcuglia e Nicola Bergamo, due appassionati dell’ambiente e della bicicletta ma anche due studiosi della storia della Repubblica di Venezia, soci dell’Associazione Culturale “E Nostre Raise” di Zero Branco la quale dal 2001 cura eventi e pubblicazioni nell’ambito di storia, lingua e tradizioni dell’area veneta. A loro si unirà Angelo, un quindicenne. L’itinerario completo, lungo circa 530 km, sarà affrontato in due parti: la prima dal 18 al 21 luglio che si concluderà proprio a Noale e la seconda, che ripartirà a Treviso, dal 21 al 23 agosto.

L'assessore alla Cultura della Città di Noale, Annamaria Tosatto, ha precisato che il progetto consiste nella realizzazione concreta in bici di un percorso che entrerà a far parte di una guida ciclo-turistica e storica, intitolata proprio “Dall’Adda all’Isonzo” che sarà pubblicata nei prossimi mesi dalla casa editrice “Editoriale Programma” di Treviso; tale guida, oltre all’aspetto ciclo-turistico e a quello storico, si propone di valorizzare al meglio le caratteristiche ambientalistiche, turistiche, enogastronomiche e tout court presenti in ciascuno dei territori attraversati. I luoghi prescelti sono pertanto tutte località che hanno avuto una importanza storica durante il periodo dello stato di terra della Repubblica di Venezia (secoli XV-XVIII), come la partenza il 18 luglio presso il Passo San Marco (Bergamo) dove fu costruita la famosa “Via Priula” , strada realizzata alla fine del Cinquecento per aggirare lo stato di Milano e permettendo così un collegamento diretto con i Cantoni elvetici, dato che all’epoca la Valtellina faceva ancora parte della Svizzera.

Il percorso proseguirà fino Bergamo Alta, mentre domenica 19 il gruppetto ripartirà alla volta di Agnadello (confine occidentale dello Stato della Serenissima sull’Adda), Crema, Soncino per arrivare a Leno nella bassa bresciana; lunedì 20 l’itinerario prevede di raggiungere nel Veneto Borghetto sul Mincio, Isola della Scala e Cologna Veneta, per finire la prima parte martedì 21 con le cittadine storiche di Montagnana, Este, Monselice, in provincia di Padova, ed appunto Noale, dove alle 18 si svolgerà un evento in piazzetta Giacomo Dal Maistro all’arrivo dei cicloturisti.

Il 21 agosto il tour in bici ripartirà da Zero Branco per giungere a Treviso; l’itinerario prevede poi di percorrere la bellissima pista ciclabile lungo il fiume Sile fino a Caposile, da dove si proseguirà verso Nord-Est fino a giungere in serata a Portogruaro. Il 22 agosto il tour toccherà le cittadine di Marano Lagunare e Grado, per giungere infine il giorno 23 a Staranzano e Monfalcone, sul fiume Isonzo, estremo confine orientale dello Stato Veneto. Per condividere l'evento sui pedali di martedì 21 luglio a Noale, in Piazzetta Giacomo Dal Maistro alle ore 18, è consigliata la prenotazione a numero 334.1051796 o via mail a noale@comune.noale.ve.it da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.30.

Frattanto venerdì mattina l'assessore alla comunale alla Coesione Sociale e allo Sport di Venezia, Simone Venturini, si è recato all'Unione Italiana Lotta Distrofia Muscolare Onlus (Uildm) di Venezia di Marghera per fare il punto sui lavori in fase di ultimazione che riguardano la sede. La visita è stata anche occasione per visionare e provare alcune biciclette sperimentali pensate per persone con disabilità. “Ho accolto con molto piacere l'invio di essere qui - ha commentato l'assessore - . Abbiamo provato questi mezzi a due, tre e quattro per alcune vie di Marghera, per poi tornare alla sede Uildm, che tra poche settimane si presenterà rinnovata in tutta la sua bellezza”.

Francesco Coppola