22 Settembre Set 2021 0859 one month ago

Amatori e giovanile - Il ciclismo "approda" con entusiasmo a Porto di Mare

E' buono il bilancio dell'edizione "zero" della due giorni milanese dedicata a bambini ed amatori nel ritrovato parco nell'area Municipio 4. Quasi duecento i partecipanti che hanno animato le due prove di sabato 18 e domenica 19 settembre.

Porto Di Mare

20 settembre 2021, Milano - Il ciclismo è sbarcato ufficialmente a Porto di Mare, il parco milanese un tempo purtroppo noto come "boschetto della droga" e oggi pienamente riqualificato grazie all'impegno e alla collaborazione di Italia Nostra con le autorità locali e che ora ha sempre più una vocazione salutistica e di benessere grazie alla promozione dello sport per i praticanti di tutte le età.

Grazie al legame instaurato con la Federazione Ciclistica Italiana, con le sue espressioni della provincia di Milano e della regione Lombardia, è stato possibile realizzare una due giorni dedicata agli appassionati del pedale: sabato 18 settembre è andata in scena la Porto di Mare MTBike Young Gimka Cross, dedicata ai bambini delle categorie giovanissimi, dai 7 ai 12 anni, e a bambini e ragazzi delle categorie promozionali dai 3 ai 15 anni. Domenica 19 settembre invece è stata la volta di una prova di endurance del settore fuoristrada, dedicata alle categorie master.

Il temporale che si è abbattuto su Milano il giovedì antecedente la due giorni, ha creato non pochi problemi al parco, ma il tempestivo intervento di Italia Nostra ha ripristinato le condizioni per poter svolgere le due prove. Il fine settimana ha così potuto accogliere i quasi duecento partecipanti, che hanno avuto il piacere di riscoprire il polmone verde della zona sud-est del capoluogo lombardo.

Il parco è stato pacificamente "invaso" dagli amanti del ciclismo e l'edizione "zero" dell'evento ha certamente segnato un'importante traccia per lo sviluppo di altre iniziative sportive a Porto di Mare, segnandone formalmente la rinascita come polo ciclistico di estremo interesse per la cittadinanza milanese.

Un forte temporale ha indotto all'accorciamento della prova della domenica, con una decisione condivisa tra organizzazione e partecipanti, grande prova di intesa reciproca tra l'istituzione sportiva, sempre più vicina ai praticanti, e i ciclisti, che hanno apprezzato l'attenzione loro rivolta.

Presenti alla due giorni, in rappresentanza del Municipio 4, Paolo Guido Bassi, presidente, Marco Rondini, assessore con delega per le politiche sociali, verde ed urbanistica.

Le autorità sportive intervenute invece sono state Claudia Giordani, vice presidente del Coni, e, per la Federazione Ciclistica Italiana, Gianantonio Crisafulli, consigliere nazionale, Gianluca Londoni, consigliere regionale che ha coordinato il lavoro dei volontari del settore amatoriale regionale, Luca Arrara, presidente del comitato provinciale di Milano, Luigi Vidali, segretario del comitato provinciale e tra i più attivi nella realizzazione dell'evento, e Teresio Mandonico, consigliere provinciale .

Un grande ringraziamento per la riuscita della Porto di Mare MTBike va al Comune di Milano, al Municipio 4, ad Italia Nostra, capitanata da Silvio Anderloni e Gianluca Vargiu che hanno posto rimedio in pochissimo tempo ai danni provocati da un nubifragio a sole 48 ore dallo svolgimento dell'evento, alla Polizia Locale di Milano e al proprio Gruppo Sportivo Sezione Ciclismo, alla Croce Verde di Corsico, all'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo ed ai tanti volontari che hanno supportato le due manifestazioni, primi fra i quali i componenti delle Commissione Amatoriale lombarda della FCI Gianluca Piazzai e Cristian Coladangelo che hanno allestito il campo di gara, sia sabato che domenica, con un grande ed impagabile lavoro.