2 Maggio Mag 2022 1229 18 days ago

Torna la BiciLaguna a Favaro Veneto

In programma domenica 8 maggio, aperta a tesserati FCI e Enti firmatari di convenzione e valida per il Criterium Veneto.

I DIRIGENTI DELLA SC FAVARO VENETO PREMIATI LO SCORSO ANNO

Favaro Veneto (Venezia) - Dopo tre anni di forzata assenza, causata dal Covid, ritorna domenica 8 maggio a Favaro Veneto, nella terraferma veneziana, la prestigiosa BiciLaguna la manifestazione che inaugura il 5° Criterium Veneto. Un appuntamento molto ambito e atteso quello preparato da oltre 20 anni dalla Società Ciclistica di Favaro Veneto presieduta da Marino Vazzola che ha voluto dedicare l'edizione 2022 al ricordo del compianto Dott. Guerrino Zuin, grande amico del sodalizio e del ciclismo.

La manifestazione, che nelle precedenti edizioni ha sempre fatto registrare numeri da record di iscrizioni ed è valida per il Campionato Italiano, è aperta ai corridori di tutte le categorie tesserati con la Federciclismo e gli Enti della Consulta che hanno sottoscritto la convenzione per il 2022 ad eccezione dei tesserati Asi e Opes che dovranno presentare con le loro tessere anche la BIke Card 2022. Sono previsti ache gli utilizzi di Tandem, di E-Bike e Hand Bike.

La competizione, che in passato era denominata CicloLaguna ed è valida anche per il Campionato Provinciale di Venezia, avrà come ritrovo Via Ca' Rezzonico (sede della Sc Favaro Veneto) alle ore 7; mentre la partenza sarà data alle 8.30. Tutti i partecipanti, scortati da apripista, si sposteranno attraverso la pista ciclabile Favaro-Dese, per il trasferimento al "Chilometro Zero" di Dese da dove avverrà la partenza ufficiale stabilita sue due diversi percorsi; quello di 111 km e quello di 73 km. La corsa sarà ad andatura libera e "alla francese" ovvero a piccoli gruppi con strade aperte alla libera circolazione del traffico e l'assoluto rispetto del Codice della Strada, l'uso del casco rigido protettivo e si dovranno rispettare le disposizioni degli organizzatori e del Regolamento della Federazione Ciclistica Italiana. Saranno garantiti l'assistenza sanitaria e meccanica e sarà a disposizione anche il "carro scopa".

Il percorso della Mediofondo, di 111 km, interesserà Dese, Zuccarello, San Liberale, Quarto d'Altino, Trepalade, Cà Corner, Portegrandi, Millepertiche, Castaldia, Caposile, Via Salsi (ponte di barche), Jesolo, Via Roma, a destra prima del ponte sul Fiume Piave-Via Massaua, Cortellazzo, Ponte di Barche, Revedoli, Torre di Fine (dove è previsto il ristoro), Ponte Crepaldo, Eraclea, ponte sul Piave, Passarella, Musile, Millepertiche, Portegrandi, Cà Corner, Trepalade, Quarto d’Altino, San Liberale, Zuccarello, Dese e Favaro.

Il tracciato di 73 km, invece, interesserà Dese, Zuccarello, San Liberale, Quarto d'Altino, Trepalade, Cà Corner, Portegrandi, Millepertiche, Castaldia, Caposile, Chiesanuova (ristoro), Musile, Millepertiche, Portegrandi, Cà Corner, Trepalade, Quarto d'Altino, San Liberale, Zuccarello, Dese e Favaro.

"Siamo molto contenti - ha precisato Marino Vazzola - perché dopo tre anni di stop forzato, possiamo finalmente ritrovarci a pedalare insieme e riallacciare qundi quei sani rapporti di amicizia che soltanto uno sport magnifico come il ciclismo riesce a regalare".

La benemerita Società Ciclistica Favaro Veneto, che quest'anno festeggia il 45° anno di attività (è iscritta alla Federazione Ciclistica Italiana dal febbraio 1977), ha conquistato 13 titoli nazionali, 2 Coppe Italia, 10 tricolori individuali (9 femminili e 1 maschile) e 20 campionati veneti. Il suo motto è "Il nostro punto di forza è il gruppo".

Francesco Coppola