6 Dicembre Dic 2022 1358 one month ago

Domenica il Ciclopellegrinaggio alla Madonna del Divino Amore

partenza alle 9,30 da Viale della Tecnica, nei pressi dell’ex velodromo olimpico e giungerà al Santuario della Madonna del Divino Amore in via Ardeatina dopo aver percorso circa 23 km ed essere transitato nel parco delle Catacombe di San Callisto

Locandina DIVINO AMORE

Nel 1960, la Società Scuola Ciclismo Aquilotti organizzò a Roma la prima edizione del Ciclopellegrinaggio alla Madonna del Divino Amore. Oggi, l’eredità di questa tradizione è giunta all’Asd Pedala Per Un Sorriso tramandata dal Team Raffineria di Roma e dal suo storico dirigente ciclista Franco Cacci, grazie all’interessamento del Direttore di Corsa Internazionale Agildo Mascitti, oggi, anche Presidente del Comitato Provinciale di Roma della FCI. La manifestazione gode da sempre dell’egida del Comitato Regionale Lazio della FCI e anche l’attuale dirigenza con in testa il Presidente Maurizio Brilli, ha confermato il suo patrocinio.

Il Ciclopellegrinaggio si svolgerà con partenza alle 9,30 da Viale della Tecnica, nei pressi dell’ex velodromo olimpico e giungerà al Santuario della Madonna del Divino Amore in via Ardeatina dopo aver percorso circa 23 km ed essere transitato nel parco delle Catacombe di San Callisto custodito dai sacerdoti Salesiani di San Giovanni Bosco. All’arrivo presso il Santuario, i ciclisti riceveranno in dono dall’Asd Pedala Per Un Sorriso la stampa delle preghiere che verranno recitate insieme prima di ricevere la benedizione. Le preghiere scelte dal Presidente Onorario della società organizzatrice, Luca Centomo, sono quella scritta da San Giovanni Paolo II in occasione della sua visita al Santuario nel 1979 e quella dedicata alla Madonna del Ghisallo, protettrice di tutti i ciclisti nel mondo.

Il santuario della Madonna del Divino Amore è retto da Sua Eminenza il Cardinale Enrico Feroci, il quale ha molto gradito la ripresa dell’iniziativa dopo i due anni di fermo dovuti all’emergenza Covid 19. Sua Eminenza, in occasione dell’incontro preparatorio della manifestazione, ha sottolineato la spiritualità dell’evento e invitato tutti i ciclisti a fermarsi presso il Santuario in occasione la Santa Messa.

La tragica uccisione del ciclista professionista Davide Rebellin ha imposto, alla giornata, una riflessione in più sul tema della sicurezza in strada per le categorie più indifese come ciclisti e pedoni. Per questo, al termine della benedizione, su iniziativa delle Asd Pedala Per Un Sorriso, Ciclismo Lazio e Largo Sole Team, in condivisione con il Comitato Regionale Lazio e Comitato Provinciale di Roma della FCI, i ciclisti presenti sventoleranno, in silenzio, per qualche secondo, il foulard bianco che sono stati invitati ad indossare per l’occasione. Questo “segno” sarà ripetuto, contestualmente, in altre città italiane a rappresentare il dissenso contro la mancanza di sicurezza sulle strade nei riguardi degli utenti più deboli e la richiesta dell’istituzione, la seconda domenica di dicembre, della Giornata Nazionale In Memoria Delle Vittima In Bicicletta Su Strada.

Al termine dalla parte rituale e di impegno civico, la Asd Pedala Per Un Sorriso, grazie alla disponibilità dei locali dell’Oratorio della Parrocchia della Sacra Famiglia del Divino Amore e della gentilezza del Parroco Don fabio, augurerà il Buon Natale a tutti i presenti “brindando” con tè, pandoro e panettone.